PER ULTERIORI INFORMAZIONI:

+39 388 10 79 439 info.it@netf.eu

unioncamere-lombardia

linkedin

NETF Milano è stata ammesso all'"Elenco pubblico di Fornitori di servizi e tecnologie Industria 4.0"  di Unioncamere Lombardia

netfmilnaosrittabianca
logomember2021bianco

NETF Milano è socio della

Camera di Commercio Italo-Germanica AHK Italien

logonetfmilano

Start-up d'impresa

 

NUOVE IMPRESE A TASSO 0

 

Sede legale:

Monte Napoleone 8,

20121 Milano (MI)

 

Sede operativa:

Via Pasquale De Virgilii 2,

66100 Chieti (CH)

Aggiornato al Decreto  Interministeriale MISE-MEF  del 4  dicembre 2020,

in vigore dal 19 maggio 2021.

PER ULTERIORI INFORMAZIONI

 

Tel. : +39 388 10 79 439

E- mail: info.it@netf.eu

 

Cos'è

Misura volta a sostenere nuova imprenditorialità, in tutto il territorio nazionale, attraverso la creazione di micro e piccole imprese competitive,

rivolto ai giovani (under 36) e donne di qualsiasi età, per sostenerne lo sviluppo attraverso migliori condizioni per l’accesso al credito.

 

A chi si rivolge

 

In particolare sono destinatarie della misura le imprese dotate delle seguenti caratteristiche:

 

  • costituite da non più di sessanta mesi alla data di presentazione della domanda di agevolazione;

  • di micro e piccola dimensione, secondo la classificazione contenuta nell’Allegato I al Regolamento GBER;

  • costituite in forma societaria;

  • la cui compagine societaria sia composta, per oltre la metà numerica dei soci e di quote di partecipazione, da soggetti di età compresa tra i 18 e i 35 anni ovvero da donne indipendentemente dall’età.

 

Sono ammissibili all’incentivo anche le persone fisiche che intendono costituire un’impresa, purché facciano pervenire la documentazione necessaria entro i termini indicati nella comunicazione di ammissione alle agevolazioni.

 

Sono ammissibili alle agevolazioni di cui al Decreto le iniziative che prevedono programmi di investimento, realizzabili su tutto il territorio nazionale, promossi nei seguenti settori:

 

  1. produzione di beni nei settori dell’industria, dell’artigianato e della trasformazione di prodotti agricoli, ivi inclusi quelli afferenti all’innovazione sociale, intesa come produzione di beni che creano nuove relazioni sociali ovvero soddisfano nuovi bisogni sociali, anche attraverso soluzioni innovative;

  2. fornitura di servizi alle imprese e/o alle persone, ivi compresi quelli afferenti all’innovazione sociale;

  3. commercio di beni e servizi;

  4. turismo, ivi incluse le attività turistico-culturali finalizzate alla valorizzazione e alla fruizione del patrimonio culturale, ambientale e paesaggistico, nonché le attività volte al miglioramento dei servizi per la ricettività e l’accoglienza.

 

Agevolazioni

 

La misura finanzia i programmi di investimento, nei settori identificati dal decreto, destinati:

 

  • alle imprese costituite da non più di 36 mesi per progetti di investimento fino a 1,5 milioni di euro, è previsto un finaziamento a tasso 0 della durata di 10 anni pari al 90% delle spese ammissibili ed un contributo a fondo perduto che non può superare il limite del 20% della spesa ammissibile. Inoltre le imprese possono richiedere anche un ulteriore contributo a fondo perduto per la copertura delle esigenze di capitale circolante collegate alle spese per materie prime e servizi necessari allo svolgimento dell’attività d’impresa. Il contributo può arrivare fino al 20% delle spese di investimento;

 

  • alle imprese costituite da almeno 36 mesi anni e da non oltre 60 mesi  possono presentare progetti che prevedono spese per investimento fino a 3 milioni di euro è previsto un finaziamento a tasso 0 della durata di 10 anni pari al 90% delle spese ammissibili ed un contributo a fondo perduto che non può superare il limite del 15% della spesa ammissibile.

 

Programmi d'investimento fino a 1,5 milioni di Euro - Imprese da costituire/costituite entro 36 mesi

 

In riferimento ai programmi di investimento per un importo non superiore ad euro 1.500.000,00 al netto di IVA, le spese relative all’acquisto di beni materiali e immateriali e servizi necessari alle finalità del programma riguardano:


a) opere murarie e assimilate, comprese quelle riferibili ad opere di ristrutturazione dell’unità produttiva oggetto di intervento, nel limite del 30 (trenta) per cento dell’investimento ammissibile. Rientrano nelle opere murarie anche gli impianti generali di servizio all’immobile. Non sono ammissibili alle agevolazioni le spese riferite all’acquisto di immobili;


b) macchinari, impianti ed attrezzature varie nuovi di fabbrica, ivi compresi quelli necessari per l’erogazione di servizi con la formula della sharing economy, purché strettamente necessari all’attività oggetto dell’iniziativa agevolata, dimensionati alla effettiva produzione ed identificabili singolarmente;


c) programmi informatici e servizi per le tecnologie dell’informazione e della comunicazione (TIC), commisurati alle esigenze produttive e gestionali dell’impresa, ivi compresi quelli connessi alle tecnologie e alle applicazioni emergenti di intelligenza artificiale, blockchain e internet of things;


d) acquisto di brevetti o acquisizione di relative licenze d’uso;


e) consulenze specialistiche,  nel limite del 5 (cinque) per cento dell’investimento complessivo agevolabile e a condizione che siano connesse all’investimento e funzionali all’avvio delle attività.;


f) oneri notarili connessi alla stipula del contratto di finanziamento oneri connessi alla costituzione della società.

 

Nei limiti del 20 (venti) per cento delle spese di investimento ritenute agevolabili dal Soggetto gestore è altresì ammissibile a contribuzione un importo a copertura delle esigenze di capitale circolante connesso alle seguenti tipologie di spesa:


a) materie prime, ivi compresi i beni acquistati soggetti ad ulteriori processi di trasformazione, sussidiarie, materiali di consumo e merci;


b) servizi,  necessari allo svolgimento delle attività dell’impresa, ivi compresi quelli di hosting e di housing;


c) godimento di beni di terzi, comprendenti le spese di affitto relative alla sede aziendale ove viene realizzato il piano d’impresa, limitatamente al periodo di realizzazione del piano d’impresa medesimo, e i canoni di leasing e i costi di affitto relativi a impianti, macchinari e attrezzature necessari allo svolgimento delle attività dell’impresa.

 

Programmi d'investimento fino a 3 milioni di Euro - Imprese costituite da 36 mesi fino a 60 mesi

 

In riferimento ai programmi di investimento sono ammissibili, per un importo non superiore a euro 3.000.000,00 al netto di IVA, le spese relative all’acquisto di immobilizzazioni materiali e immateriali che riguardano:


a) l’acquisto dell’immobile sede dell’attività, limitatamente alle imprese operanti nel settore del turismo e nel limite massimo del 40 (quaranta) per cento dell’investimento complessivo ammissibile;


b) opere murarie e assimilate, comprese quelle riferibili ad opere di ristrutturazione dell’unità produttiva oggetto di intervento, nel limite del 30 (trenta) per cento dell’investimento complessivo ammissibile;


c) macchinari, impianti ed attrezzature nuovi di fabbrica, ivi compresi quelli necessari per l’erogazione di servizi con la formula della sharing economy purché strettamente necessari all’attività oggetto dell’iniziativa agevolata, dimensionati alla effettiva produzione ed identificabili singolarmente;


d) programmi informatici, brevetti, licenze e marchi e commisurati alle esigenze produttive e gestionali dell’impresa.

 

I programmi di investimento devono essere realizzati entro ventiquattro mesi dalla data di stipula del contratto di finanziamento.

 

Modalità di accesso

 

A partire dal 19/05/2021 sarà possibile presentare al soggetto gestore la domanda di agevolazione, corredata dal piano d’impresa e dall’ulteriore documentazione richiesta.


Il piano di impresa, redatto secondo le modalità e gli schemi resi disponibili da Invitalia, deve contenere in particolare:

 

  • la descrizione dell’attività proposta e gli elementi utili a determinare il costo del programma, la funzionalità e la coerenza delle spese di investimento oggetto del programma e l’idoneità della sede individuata;
  • la descrizione dei criteri di quantificazione delle esigenze di capitale circolante, per le imprese costituite da non più di 36 mesi;
  • l’analisi del mercato e relative strategie;
  • gli aspetti tecnico-produttivi ed organizzativi;
  • gli aspetti economico-finanziari.

 

Le agevolazioni sono concesse sulla base di una procedura valutativa a sportello gestita secondo ordine cronologico.

 

L’iter di valutazione comprende le seguenti fasi:

 

  • la sussistenza dei requisiti per l’accesso alle agevolazioni, con riguardo alle caratteristiche dei proponenti e dei piani d’impresa, e l’esame di merito;
  • le ulteriori verifiche di ammissibilità.

 

 L’esito della valutazione viene comunicato mediamente entro 60 giorni dalla presentazione della domanda.

 

Link

 

https://www.invitalia.it/cosa-facciamo/creiamo-nuove-aziende/nuove-imprese-a-tasso-zero

Membro Italia del Gruppo Europeo d'Interesse Economico NETF LAB BERLIN EWIV

Copyright © 2020 - NETF Milano Srls - Tutti i diritti riservati P.IVA: 10397120964


linkedin

Gestore
Ministero dello sviluppo economico, Invitalia

 

Fonte normativa

Decreto Interministeriale MISE-MEFdel 4 dicembre

2020;

Circolare del direttore generale per gli incentivi

alle imprese n. 117378 del 08.04.2021

 

Scrivici per ogni informazione di cui hai bisogno.

Create Website with flazio.com | Free and Easy Website Builder